Un impianto di trattamento delle acque reflue a bordo - Le compagnie da crociera utilizzano sistemi per il vuoto per le acque reflue e i residui alimentari

Un impianto di trattamento delle acque reflue a bordo - Le compagnie da crociera utilizzano sistemi per il vuoto per le acque reflue e i residui alimentari

Ogni anno, vengono prodotti oltre 4 miliardi di litri di acque reflue sulle navi da crociera. I sistemi per il vuoto si rivelano uno strumento essenziale per la raccolta di queste acque e il loro smaltimento ecologico.

Risparmio delle acque di lavaggio grazie al vuoto

Anche se una nave da crociera si trova sempre in acqua, l'acqua dolce per lavarsi e per cucinare è un bene scarso che richiede una gestione molto oculata. Attraverso i tubi dovrebbe fluire la quantità più ridotta possibile di acqua dolce, in particolare per i processi di risciacquo. Proprio per soddisfare questa esigenza, sulle navi moderne, come quelle utilizzate dalle compagnie da crociera negli ultimi anni, la tecnologia del vuoto è la base per i sistemi di smaltimento. Gli ingegneri che si occupano di costruzione navale affermano che tale tecnologia fa conservare fino al 60% di acqua dolce.

Sulle navi da crociera di nuova generazione sono installati cinque sistemi decentralizzati, che estraggono le "acque nere" di rifiuto dai bagni. Inoltre, sono presenti due sistemi per vuoto per i rifiuti umidi delle cucine: alcuni di questi sono rifiuti miscelati con acqua di lavaggio, creata durante la preparazione dei pasti, e comprendono anche residui di alimenti scartati. Due pompe per vuoto in ogni sistema creano il vuoto richiesto. Il sistema di tubature per vuoto a bordo è lungo circa 15 km.

Incenerimento dei rifiuti a bordo

Se i rifiuti venissero trasportati attraverso i soliti tubi di scarico usando solo la forza gravitazionale, sarebbero inevitabili continui blocchi. I sistemi per vuoto impediscono tali blocchi e offrono il vantaggio aggiuntivo di poter utilizzare tubi di diametro notevolmente inferiore. Le linee di tubature possono anche essere poste ad angoli di flusso notevolmente più piatti, risparmiando spazio. Gli ingegneri sottolineano che questi sistemi robusti e affidabili richiedono poca manutenzione.

I residui alimentari vengono estratti in un'area di raccolta centralizzata e qui vengono scaricati, suddivisi in piccoli pezzi e successivamente essiccati durante varie fasi di lavoro. Questo crea una massa di torba, che brucia molto bene. Tale sostanza, insieme ai fanghi di depurazione dei rifiuti di trattamento delle acque reflue e ai residui rimasti, entra nel sistema di incenerimento dei rifiuti a bordo. Il calore creato viene a sua volta utilizzato per completare le fasi di essiccazione menzionate in precedenza. La cenere è pulita e sterile e non contiene materiali organici e può essere portata a terra in qualsiasi porto e depositata in una discarica appropriata.

Tecnologia all'avanguardia per il trattamento delle acque reflue

Le acque nere dai bagni, le acque grigie dai lavabi, dalle docce, dalle cucine e dalle lavanderie e le acque residue dai rifiuti umidi sulle navi vengono tutte trattate in un sistema centralizzato di trattamento delle acque reflue a bordo. Si tratta di un sistema assolutamente all'avanguardia, anche rispetto a quelli usati a terra, infatti utilizza colture batteriche per decomporre i residui in un bioreattore. Ciò che resta, in seguito anche a una filtrazione approfondita, presenta quasi la stessa qualità dell'acqua potabile: le acque reflue purificate soddisfano le più severe specifiche internazionali attualmente in vigore relative alle acque reflue delle navi e rispettano le norme tedesche per la sicurezza delle acque sotterranee. Quindi sulla terra ferma quest'acqua può scorrere nei fiumi e nei ruscelli senza alcun ostacolo e quando alla fine arriva in mare non ha alcun impatto negativo. 

Busch fornisce sistemi per vuoto in tutto il mondo per applicazioni marittime in vari settori, dalle navi da crociera alle piattaforme petrolifere e gassifere offshore.


Il settore delle compagnie da crociera è in piena espansione e il numero dei passeggeri è in costante aumento da alcuni anni. Nel2014, circa 22 milioni di persone hanno prenotato un viaggio su una nave per vacanze e la previsione per i prossimi anni indica che questa tendenza aumenterà. Secondo le stime dell'agenzia statunitense per la protezione dell'ambiente EPA (Environmental Protection Agency), su una sola nave con 3.000 passeggeri vengono prodotti circa 600.000 litri di acque reflue alla settimana. Inoltre, ogni passeggero rappresenta fino a 2,5 kg di residui di alimenti al giorno, inclusi quelli precedenti e quelli successivi alla preparazione. Di conseguenza, nelle cucine in cui vengono preparati almeno tre pasti al giorno per molte migliaia di commensali vengono generate diverse tonnellate di rifiuti umidi. Questa massa, prodotta quotidianamente, corrisponde approssimativamente al peso di un elefante adulto.


Iscrivetevi alla newsletter "World of Vacuum".
Iscrivetevi ora e rimanete aggiornati con le ultime sorprendenti novità del mondo del vuoto.

ISCRIVETEVI

Desidera maggiori informazioni?
Ci contatti direttamente(Busch Italia):
+39 0362 37 09-1 Si metta in contatto