Un sistema per il vuoto centralizzato per un confezionamento affidabile ed efficiente

Maulburg, Germany Con nove stabilimenti produttivi e un fatturato di 2.500 milioni di euro Westfleisch si presenta come una delle più grande aziende tedesche di lavorazione carni. Il centro di lavorazione di Erkenschwick si estende su un'area di 135.000 m2 e macella ogni settimana da 30.000 a 40.000 suini, trasformando da 800 a 900 tonnellate di carne, in particolare per la produzione di salsicce, crude e cotte, e prosciutti.
Sistema per il vuoto centralizzato Busch nel centro di lavorazione carni Westfleisch di Erkenschwick

Le ampie aree di produzione sono dotate di un sistema per il vuoto centralizzato Busch che alimenta 30 linee di confezionamento in diversi edifici. Questa soluzione per la generazione del vuoto ha dimostrato di essere la più affidabile ed economica per Westfleisch.

Fondata nel 1928 come cooperativa di allevatori, Westfleisch è oggi una delle aziende leader in Germania e in Europa nella lavorazione delle carni ed esporta oltre il 40% della sua produzione in più di 40 paesi. Grazie ai contratti di fornitura con oltre 4.000 allevatori di suini, manzi e vitelli, Westfleisch è in grado di registrare in dettaglio l'origine delle carni e garantirne la sicurezza e la qualità lungo tutta la filiera. La vendita al consumatore finale avviene tramite le rivendite di generi alimentari. La sede amministrativa centrale del gruppo Westfleisch, che impiega circa 1.900 dipendenti, si trova a Münster, in Westfalia. La macellazione, la lavorazione e la finitura vengono effettuate in nove stabilimenti produttivi. Il primo sistema per il vuoto centralizzato Busch è stato installato già nel 1990 nel centro di lavorazione carni di Erkenschwick. Ora Westfleisch in questo stabilimento impiega più di 1000 persone che lavorano in un sistema a doppio turno per cinque giorni alla settimana e, se la domanda stagionale lo richiede, a volte anche il sabato. Il terzo turno effettua le operazioni di pulizia dell'impianto.

Con il tempo, la continua espansione della capacità produttiva, i conseguenti ampliamenti dello stabilimento, gli interventi di ristrutturazione e la rigorosa separazione delle aree per le carni crude e cotte ("zoning") hanno richiesto l'installazione di un secondo sistema per il vuoto centralizzato. Nel 2013 Westfleisch ha così deciso di sostituire i due sistemi per il vuoto iniziali, collocati a una distanza di alcune centinaia di metri l'uno dall'altro, con un sistema unico. Il nuovo sistema avrebbe dovuto essere collocato in una posizione che consentisse di ridurre al minimo la lunghezza delle tubazioni collegate alle linee di confezionamento poste nei diversi edifici dello stabilimento.

Poiché le esperienze fatte in altri stabilimenti Westfleisch con la tecnologia e i sistemi per il vuoto centralizzati Busch erano state positive, è stata scelta una soluzione Busch che presentava tutti i requisiti richiesti.

Busch ha progettato il sistema in modo da ottenere tempi di ciclo brevissimi in tutte e 30 le linee di termoformatura. L'aria viene estratta dalle camere di confezionamento in due fasi, ottenendo una risposta in pressione più rapida e riducendo al minimo il tempo di ciclo. Una parte del sistema centralizzato comprende quindi pompe per basso vuoto che effettuano un pre-svuotamento fino a una pressione di 50 mbar. Una valvola commuta al sistema per medio vuoto in base alle esigenze, riducendo la pressione di confezionamento a due e tre millibar. Questo non è soltanto il metodo più veloce, ma anche il più efficiente, per raggiungere la pressione finale nella confezione. L'elevato livello di efficienza è garantito dalle pompe per vuoto rotative a palette R 5 di Busch per il basso vuoto, di dimensioni relativamente compatte. Il medio vuoto viene ottenuto con pompe booster Panda modulate con inverter , che si attivano solo dopo che è stato raggiunto il livello del basso vuoto.

Un sistema modulare genera il vuoto a 160 mbar per le stazioni di termoformatura. Il vuoto viene utilizzato per far aderire la pellicola allo stampo dando forma a un vassoio.

Il sistema per il vuoto centralizzato Busch è stato progettato in modo da poter essere ampliato con moduli aggiuntivi nel caso fosse richiesto un aumento della produzione. Un ampliamento si è reso necessario all'inizio del 2015.

Da allora il sistema per il vuoto centralizzato è costituito da 18 pompe per vuoto rotative a palette e booster per vuoto rotative a lobi. Il numero di pompe è quindi rimasto complessivamente uguale a quello dei due sistemi utilizzati prima del 2013, ma mentre questi generavano il vuoto per 13 confezionatrici, il nuovo sistema centralizzato alimenta ben 30 macchine.

La combinazione dei due vecchi sistemi in un sistema unico centralizzato ha quindi consentito di ottenere un risparmio energetico del 56%. Il quadro di comando del nuovo sistema è programmato per attivare o disattivare i moduli per il vuoto in modo da soddisfare la richiesta del momento. La distanza tra il sistema centralizzato e le linee di confezionamento è di massimo 400 m. Nello stabilimento Westfleisch di Erkenschwick sono installati complessivamente 1.300 metri di tubazioni in PVC per il basso e medio vuoto e per la termoformatura.

Dopo dieci mesi di utilizzo la direzione Westfleisch ha espresso soddisfazione per il nuovo sistema e ha riconfermato la propria fiducia nella scelta dei sistemi Busch.

Oltre al risparmio energetico, un fattore importante alla base di questa decisione è stata la possibilità di disporre di una gamma completa di servizi da un unico fornitore. La pianificazione, la progettazione, la costruzione, l'installazione e la messa in servizio del sistema, tubazioni comprese, sono state eseguite interamente dal personale specializzato Busch. L'azienda offre inoltre un pacchetto di servizi tutto compreso in cui si assume la piena responsabilità del sistema per il vuoto e si impegna ad eseguire tutte le operazioni di manutenzione e ad intervenire immediatamente in caso di guasto.

I tecnici Busch sono in grado di effettuare la manutenzione senza fermare l'impianto, scollegando i singoli moduli per vuoto dalla rete e ricollegandoli al termine delle operazioni. Non hanno bisogno di entrare nelle zone di produzione e questo rappresenta un grande vantaggio nell'industria alimentare, nella quale l'igiene è fondamentale. Infine, un altro vantaggio dei sistemi per il vuoto centralizzati è l'assenza di pompe per vuoto e quindi di emissioni termiche nelle zone di produzione e confezionamento refrigerate, un fattore che riduce notevolmente i costi energetici della climatizzazione.


Categorie
Desidera maggiori informazioni?
Ci contatti direttamente(Busch Italia):
+39 0362 37 09-1 Si metta in contatto