Confezionamento perfetto con generazione del vuoto affidabile

La società italiana Minipack-Torre è leader nella produzione di macchine confezionatrici. Il core business della società si concentra sui dispositivi di fardellatura e confezionamento sottovuoto.
Partner: Maurizio Barbanti (Responsabile Vendite Minipack-Torre), Luigi Lionetti (Direttore Generale Busch Italia), Fabio Torre (Amministratore Delegato Minipack-Torre)

Per raggiungere gli elevati standard di qualità richiesti da Minipack-Torre, l'azienda lavora solo con fornitori selezionati e qualificati. Minipack-Torre si affida alla comprovata tecnologia del vuoto Busch e utilizza esclusivamente pompe per vuoto rotative a palette R 5. Secondo Minipack-Torre, questo è l'unico modo per fornire ai clienti la migliore qualità e funzionalità possibile.

Le origini della società risalgono al 1969, quando Ing. Francesco Torre ha iniziato a produrre autonomamente fardellatrici nello stabilimento di Dalmine (BG), vicino a Bergamo. Nel 1975 Minipack-Torre ha sviluppato una nuova macchina che consentiva l'esecuzione dei processi di imballaggio in modo più rapido ed efficiente. Questa macchina è stata brevettata con la denominazione Minipack e la società è stata rinominata Minipack-Torre. Nel 1993 è stata sviluppata e successivamente presentata negli USA la prima macchina confezionatrice sottovuoto. Le macchine di prima generazione erano dotate di pompe per vuoto rotative a palette di costruttori diversi da Busch. In seguito alla continua ricerca di miglioramento del proprio prodotto e alla richiesta dei clienti di poter avere sulle proprie macchine delle pompe per vuoto Busch, Minipack-Torre ha quindi cambiato fornitori e ha deciso di installare nelle proprie macchine solo pompe per vuoto Busch.

Minipack-Torre, dopo aver raggiunto il riconoscimento di costruttore di macchine fardellatrici più conosciuto al mondo, ha iniziato a concentrare i propri sforzi sui dispositivi di confezionamento sottovuoto aprendosi a una nuova fetta di mercato e ad una nuova sfida commerciale. Risultato: la gamma di prodotti per il confezionamento sottovuoto include ora 45 modelli di 15 diverse dimensioni. La gamma comprende macchine confezionatrici sottovuoto a campana singola, doppia e con nastro trasportatore per il confezionamento industriale. Forniscono anche macchine confezionatrici a campana da banco di varie dimensioni per applicazioni nella ristorazione e modelli più piccoli per privati. Minipack-Torre distribuisce la maggior parte delle sue macchine confezionatrici alle aziende del settore della ristorazione.

Il mercati principali per i prodotti Minipack-Torre sono l'Europa e il Nord America.
Maurizio Barbanti, il responsabile vendite di Minipack-Torre, considera questi prodotti non come semplici macchine confezionatrici, ma come unità multiuso del vuoto, in quanto vengono utilizzate dai clienti per la marinatura, la cottura sottovuoto ("Sous Vide") e la compattazione degli alimenti prima dell'immagazzinaggio. Maurizio Barbanti considera i privati come un segmento di mercato in crescita, poiché un numero sempre più elevato di persone sceglie la delicata cucina sottovuoto per creare piatti di alta qualità.
           
La più nuova macchina confezionatrice di Minipack-Torre

Per molti anni, le pompe per vuoto rotative a palette R 5 Busch si sono rivelate generatori di vuoto affidabili nelle macchine confezionatrici Minipack-Torre. Dal momento che la richiesta di macchine confezionatrici più piccole sta aumentando, anche questi modelli sono ora provvisti di pompe per vuoto rotative a palette R 5. Tutti i modelli e tutte le dimensioni nella gamma di prodotti Minipack-Torre utilizzano ora solo ed esclusivamente la tecnologia del vuoto Busch. Per Maurizio Barbanti, si è trattato di un passaggio logico verso il raggiungimento del proprio obiettivo, ovvero la produzione di apparecchiature di altissima qualità per il mercato delle confezionatrici più piccole.

Le pompe per vuoto rotative a palette R 5 Busch sono state progettate per applicazioni di confezionamento sottovuoto. Le loro principali caratteristiche sono la robustezza e la minima necessità di interventi manutentivi. Il sistema integrato di lubrificazione a circolazione e recupero del lubrificante garantisce costantemente livelli di vuoto elevati. Il lubrificante, inoltre,  raffredda e pulisce la pompa. Se prodotti umidi o liquidi vengono confezionati e l'umidità entra nella pompa per vuoto, quest'ultima vi passa in forma di vapore senza influire sulla performance della pompa o sul livello di vuoto. Soprattutto nel caso delle piccole confezionatrici da banco, spesso di utilizzo discontinuo, è importante che la pompa per vuoto possa aspirare del vapore senza perdita di prestazione o danno, anche se l'utilizzo intermittente impedisce alla pompa di raggiungere la temperatura di esercizio ideale.



Tipica pompa per vuoto rotativa a palette di Busch per le macchine confezionatrici

La determinazione di Minipack-Torre nel produrre unità per vuoto di piccole dimensioni ma di altissima qualità ha portato a diverse consultazioni con gli specialisti del vuoto Busch, da cui la progettazione di pompe per vuoto rotative a palette R 5 atte a rispondere ai requisiti delle confezionatrici sottovuoto Minipack-Torre.

Come sottolinea Maurizio Barbanti, Busch non è visto semplicemente come fornitore, ma come partner a lungo termine in grado di fornire un supporto di valore nel superamento delle sfide future. A suo parere questo è possibile solo con un partner come Busch che, grazie alla sua globale presenza capillare, permette di agire rapidamente e con estrema flessibilità nel fornire un supporto competente in loco. La rete globale Busch, costituita da 59 società e da un'ulteriore rete di manutenzione a livello mondiale, apporta vantaggi aggiuntivi al prodotto.


Categorie
Desidera maggiori informazioni?
Ci contatti direttamente(Busch Svizzera):
+41 (0)61 845 90 90 Si metta in contatto