Riduzione delle emissioni di CO2 e dei costi di esercizio grazie alla fornitura del vuoto centralizzata

Hamburg, Germany L'azienda Peter Mattfeld & Sohn GmbH macella e lavora fino a 1200 mezzene di suino e 100 quarti di manzo al giorno. I prodotti a base di carne vengono tagliati in base alle richieste dei clienti oppure confezionati come prodotti standard e poi venduti alla clientela su tutto il territorio tedesco.
Foto 1: La sede dell'azienda Peter Mattfeld & Sohn GmbH si trova nei locali del mercato di carni all'ingrosso di Amburgo. Foto: Peter Mattfeld & Sohn GmbH
Foto 1: La sede dell'azienda Peter Mattfeld & Sohn GmbH si trova nei locali del mercato di carni all'ingrosso di Amburgo. Foto: Peter Mattfeld & Sohn GmbH

La Peter Mattfeld & Sohn, prima azienda di macellazione con certificazione CE di Amburgo, è attenta al risparmio delle risorse e alla produzione sostenibile. Un controllo della gestione energetica condotto nel 2010 portò alla decisione di sostituire la fornitura di vuoto sulle singole macchine per il confezionamento con un sistema per vuoto centralizzato Busch molto più efficiente a livello energetico. Questo cambiamento ha ridotto le emissioni di CO2 di 20 tonnellate all'anno, un enorme beneficio per l'ambiente. Allo stesso tempo, i costi di esercizio si sono ridotti di 8100 euro all'anno. 

La sede dell'azienda Peter Mattfeld & Sohn GmbH (fig. 1), già alla terza generazione, si trova nei locali del mercato di carni all'ingrosso di Amburgo. L'ex agenzia di mezzene di suino e manzo è oggi un'azienda con 150 dipendenti. La macellazione di mezzene di suino e quarti di manzo continua a rappresentare un'importante area operativa di Peter Mattfeld & Sohn, e una delle specialità è la carne di giovenca della Germania del nord. Il settore cash & carry di alimenti freschi per acquirenti grossisti, l'importazione di carni all'ingrosso e la produzione di cibi pronti artigianali rappresentano altri tre pilastri dell'attività. L'ampio settore d'attività e la vasta gamma di prodotti spiega inoltre la complessità della base clienti. Oltre all'industria alimentare in generale, la clientela include grossisti e strutture di ristorazione collettiva di cliniche e settori di catering su tutto il territorio tedesco. 

Nel 2009, la Peter Mattfeld & Sohn partecipò al progetto "Unternehmen für Ressourcenschutz" (Imprese per il risparmio delle risorse) della città anseatica di Amburgo ed è inoltre partner ambientale di Amburgo.
Il problema che ha portato alla decisione di modificare il sistema per vuoto era dato dal fatto che le pompe per vuoto presenti nelle tre termoformatrici e in una macchina per il confezionamento sottovuoto riscaldavano inutilmente l'aria della sala raffreddata a 9 °C a causa dell'irradiazione di calore e dell'aria esausta. Era quindi necessaria maggiore energia per raffreddare l'aria nelle aree di produzione. Per l'amministratore delegato Kai Mattfeld la scelta non poteva che ricadere su uno specialista riconosciuto della generazione di vuoto durante il confezionamento come Busch Vacuum Pumps and Systems. Busch offrì un sistema per vuoto centralizzato che venne installato in una sala separata dalle aree di produzione raffreddate. Le singole camere di confezionamento vengono evacuate in due fasi, al fine di eseguire frequenze a ciclo massimo sulle linee di confezionamento. Il gradente pressorio critico viene sfruttato in ciascun caso. Ciò garantisce tempi di evacuazione rapidissimi e tempi di ciclo particolarmente brevi su tutte le macchine per il confezionamento. Una linea ad anello per il vuoto grossolano per la prima evacuazione e una linea ad anello per il medio vuoto per l'evacuazione alla pressione di confezionamento collegano le macchine per il confezionamento al sistema per vuoto. Le valvole di inversione con la corrispondente unità di controllo vengono installate sulle macchine per il confezionamento o nel quadro di controllo accanto ad esse. Hanno il compito di controllare il passaggio dal vuoto grossolano al medio vuoto.

Per le termoformatrici, le stazioni di formatura vengono alimentate mediante un'unità della generazione di vuoto separata. Questo garantisce che i fogli precedentemente riscaldati vengano aspirati nello stampo a vassoio e assumano la forma desiderata. Questa separazione in varie stazioni del vuoto è necessaria poiché, da un lato, stampaggio e confezionamento necessitano di livelli di vuoto diversi e, dall'altro, è richiesta una capacità di aspirazione notevolmente inferiore per l'evacuazione a doppio stadio della camera di confezionamento. Un serbatoio di vuoto ciascuno per vuoto grossolano, medio vuoto e vuoto di formatura garantiscono che la pressione di confezionamento rimanga a un livello costante, anche quando tutte le macchine per il confezionamento funzionano contemporaneamente. Inoltre, questi accumulatori assicurano che il vuoto venga utilizzato immediatamente dalle camere di confezionamento al momento opportuno. Il sistema per vuoto centralizzato è completamente automatico: attiva i singoli moduli del vuoto se è necessario un livello di vuoto superiore e/o li disattiva se la richiesta di vuoto è inferiore. 

I vantaggi del sistema per vuoto si sono palesati subito dopo l'installazione. L'energia utilizzata per raffreddare le sale di produzione poteva essere ridotta perché non c'erano più pompe per vuoto installate, pertanto si potevano evitare emissioni di calore indesiderate nelle sale raffreddate. Il sistema per vuoto appena installato presentava un numero inferiore di pompe per vuoto rispetto al numero richiesto dalla soluzione decentralizzata. Solo questo ha permesso di ottenere ulteriori risparmi energetici. Oltre a ciò, le singole pompe per vuoto vengono disattivate automaticamente dall'unità di controllo del sistema per vuoto, se è possibile mantenere il livello di vuoto nei serbatoi con una capacità di aspirazione ridotta. Le pompe per vuoto nelle macchine per il confezionamento, d'altro canto, funzionavano ininterrottamente dall'accensione fino allo spegnimento della macchina stessa. Kai Mattfeld afferma che alcune pompe per vuoto funzionavano ininterrottamente dal mattino presto fino a tarda sera, a prescindere dal fatto che stessero effettivamente confezionando oppure no. 

 


Fig. 2: Partial view of the central vacuum supply at Peter Mattfeld & Sohn. Source: Busch Dienste GmbH

L'affidabilità operativa rappresentava un criterio importante quando Kai Mattfeld acquistò il sistema per vuoto centralizzato. Grazie alla struttura modulare del sistema per vuoto e alla suddivisione in vuoto grossolano, medio vuoto e vuoto di formatura, una pompa per vuoto di riserva può garantire automaticamente le prestazioni di una pompa per vuoto principale in caso di guasto. Il guasto di una pompa per vuoto non ha pertanto alcun impatto sul confezionamento, né in relazione alla qualità né alla velocità. Questo aspetto è fondamentale per garantire la massima affidabilità operativa della fornitura di vuoto per le macchine per il confezionamento. Oltre all'elevata affidabilità operativa, questo ha l'ulteriore vantaggio che gli interventi di manutenzione possono essere eseguiti durante il funzionamento dell'impianto, poiché le singole pompe per vuoto possono essere scollegate dal sistema per vuoto e la manutenzione eseguita mentre il sistema per vuoto centralizzato rimane in funzione. 

Peter Mattfeld & Sohn ha siglato un contratto di assistenza con Busch, in base al quale, tutti i regolari interventi di manutenzione vengono eseguiti tempestivamente e in modo professionale a un costo fisso. Vari anni dopo l'entrata in esercizio, Kai Mattfeld è consapevole del fatto che la decisione di centralizzare la fornitura di vuoto è stata quella giusta, sia da un punto di vista economico che ambientale!


Categorie
Desidera maggiori informazioni?
Ci contatti direttamente(Busch Svizzera):
+41 (0)61 845 90 90 Si metta in contatto